Copy to clipboard

Il Pettegolezzo e...

Gossip

Gossip


Ciao!

Ti capita mai di essere o di sentirti vittima di pettegolezzi poco piacevoli? …Magari in ufficio o semplicemente camminando per strada, incontri qualcuno e subito dopo che vi siete appena incrociati, senti uno strano bisbigliare…

Ti è mai capitato?

E tu, sei mai stata incline al pettegolezzo?

Sì…parlo proprio di quella sensazione, talvolta quasi irresistibile, di parlare di qualcuno dicendo cose che se quella persona fosse presente non le diresti mai….

Ecco,

qualunque sia la risposta che ti sei data a queste domande, scommetto che ti starai chiedendo perché ti parlo di questo argomento.

Te ne parlo perché, qualche volta, diciamo cose e facciamo cose che ci espongono a 2 particolari rischi:

  1. mettono in cattiva luce qualcun altro (perché un conto è fare una battuta per scherzo e un conto è innescare un meccanismo che si espandemacchia d’olio ed è capace di danneggiare realmente la reputazione di un’altra persona);

  2. mettono in cattiva luce noi stessi (perché senza accorgercene, una chiacchierata dal parrucchiere o in un luogo pubblico, udita da orecchie indiscrete, può tramutarsi in un boomerang che ci si ritorce contro, facendoci passare per delle persone poco credibili, a cui non dare troppa fiducia, perché inclini al pettegolezzo).


E allora, per evitare di cadere in queste trappole (vere e proprie tentazioni da lingua biforcuta) come si può fare?

La buona notizia è che ci sono delle soluzioni e delle strategie per motivarsi a non “spettegolare” e le scoprirai tra pochissimo continuando a leggere.


Ma prima lascia che faccia subito una piccola precisazione (penso che avrai già letto tra le righe, ma voglio essere sicuro di spiegarmi bene):

una risata o una battuta in compagnia sono elementi del buonumore da coltivare. 

Ciò che dovrebbe essere evitato, invece, è il puro pettegolezzo fine a se stesso… 
mi spiego?

Perché ha il solo fine di nuocere a tutte le parti coinvolte, anche se sul momento potresti non avere questa sensazione.

Pensi forse che sto esagerando?

Allora leggi qui sotto e dimmi se non sei d’accordo:

 

  1. Il pettegolezzo indebolisce qualunque organizzazione (dall’ufficio, alla scuola, alla chiesa a qualunque tipo di sistema organizzato a cui partecipano più persone), ruba tempo alle questioni veramente importanti da gestire, ruba energie preziose che altrimenti potrebbero essere dedicate a creare maggiore coesione e successo per l’organizzazione stessa, ed infine alimenta stati d’animo che prima o poi si orientano al negativo.

  2. Il pettegolezzo indebolisce i rapporti familiari, alimenta situazioni di diffidenza e rancore e porta via il rispetto per l’ambiente protetto che dovrebbe rappresentare per ognuno di noi l’ambito familiare.

  3. Il pettegolezzo uccide le relazioni, perché trovarsi con le amiche, o gli amici, a “sparlare” del proprio partner ci mette in condizione, al rientro, di essere ipercritici nei suoi confronti, fino a nuocere al rapporto che, giorno per giorno, potrebbe rapidamente esaurirsi.



Io credo che potresti conoscere alcune di queste situazioni.

Ad ogni modo, ecco cosa puoi fare adesso per motivarti ad avere un rapporto più benevolo nei confronti delle persone che ti circondano:

  1. inizia a prendere consapevolezza del fatto che ogni volta che alimenti un pettegolezzo rechi un dolore alla persona che ne è oggetto

  2. pensa a quanta energia risparmieresti (e potresti impiegare in cose più importanti per te) se, anziché fare da tramite e da veicolo per proseguire il passaparola, lasciassi correre tutte quelle “informazioni da quattro soldi” che magari ti piombano addosso

  3. sii più presente a te stessa, osserva gli altri con il beneficio del dubbio e crea empatia con le loro emozioni (in altri termini, chiediti se ciò che hai ascoltato o che stai vedendo in realtà è proprio vero, chiediti se ci sono motivazioni plausibili per cui altri hanno fatto o detto qualcosa che hai visto o sentito e chiediti se c’è la possibilità che quel comportamento e quelle parole siano state semplicemente mal interpretate).  



Riflettici….

E se vuoi scrivimi pure che pensi in proposito, proprio rispondendo a questa e-mail.

Io intanto ti lascio con una citazione che trovo importante e che riporta la frase di uno dei più importanti filosofi di sempre, Socrate:

Le menti forti discutono le idee,
le menti medie discutono gli eventi,
le menti deboli discutono le persone



Talk soon

Anthony